OFFICINA DELLE NUVOLE PER NYU: IN FLUX

Invitata dal Prof. Awam Amkpa, Officina delle Nuvole (associazione di creativi indipendenti di cui faccio parte) ha con piacere aderito alla mostra-evento Re-Signification, promossa da New York University Italia, ed ospitata dal 29 Maggio al 9 Novembre 2015 presso il Museo Bardini, la Galleria Biagiotti Progetto Arte e Villa La Pietra di Firenze, con la video installazione IN-FLUX.

Per Re-Signification sono stati coinvolti oltre 40 artisti di provenienza internazionale, per offrire una reinterpretazione della tradizionale simbologia legata ai Blackamoor, sculture ornamentali raffiguranti servitori neri, che la  storica collezione di Villa La Pietra (sede NYU in Firenze) possiede in quantità.

Nella convinzione sia ruolo dell’artista farsi interprete del proprio tempo, per offrirne nuovi modi di lettura, abbiamo scelto di proporre, ricorrendo ad alcuni dei Blackamoors presenti in Villa La Pietra, una riflessione sul controverso tema dell’immigrazione, su quei viaggi disperati che i media quasi sempre si limitano a tradurre in un triste conteggio di morti e dispersi.

Uno sguardo che vuole spingersi oltre i limitati racconti della cronaca, per rivelare invece l’ampiezza e la profondità di uno dei fenomeni più forti ed antichi della Storia. Una storia che abbiamo scelto di descrivere in quattro episodi e che, prendendo avvio dal ritratto di un’Africa primordiale, ricca, felice e non ancora oggetto della cupidigia e della depredazione perpetrata dal colonialismo, giunge a parlare dei giorni nostri, per individuare, al di là di quanto viene presentato come un “preoccupante problema da risolvere”, una visione di speranza e fiducia in un’umanità giusta ed accogliente nei confronti di chi è costretto a fuggire per salvare la propria vita.

Raccontiamo ciò che la Storia testimonia: la fuga dei popoli è la diretta conseguenza della politica predatoria del mondo ricco. IN-FLUX parla di questo.

Marco Ambrosi: image production
Laura Toffaletti: calligraphy & illustration
Caterina Parona: image production
Lawren Spera: animation
Valentina Gramazio: project consultant

Un ringraziamento speciale a:

Cristina Ali Farah: voce – “Somaly Lullaby”
Sandra Ceriani: voce – “Cantico dei Cantici”
Alvise Rivero Gonzales: suoni e percussioni

Annunci